ATM (articolazione temporomandibolare) e DTM (disturbo temporomandibolare)

Per informazioni relative all’ATM (articolazione temporomandibolare) e al DTM (disturbo temporomandibolare), fare riferimento a quanto segue:




Definizione

La disfunzione dell’articolazione temporomandibolare (DTM), nota anche come sindrome da disfunzione dell’articolazione temporomandibolare o disturbo temporomandibolare, è un tema vasto e complicato. Alcuni aspetti della diagnosi e del trattamento della DTM sono molto controversi. I medici non convengono su principi fondamentali come la definizione di “relazione centrica” e quale dovrebbe essere la posizione normale del condilo. I fattori scatenanti e l’efficacia dei vari trattamenti sono oggetto di grande dibattito.

Detto questo, i problemi dell’ATM si verificano quando i condili non sono nella posizione corretta o non si muovono correttamente. Analogamente a una persona che sviluppa mal di schiena in presenza di un’errata meccanica corporea (movimento). I problemi associati all’ATM si verificano quando i denti si posizionano in un certo modo o il paziente mastica in modo avverso ai condili.

I pazienti con problemi all’ATM possono accusare dolore o non accusarne affatto. Durante il trattamento ortodontico, il morso di un paziente può peggiorare o migliorare la posizione dell’ATM, il che è abbastanza comune.

È alla fine del trattamento che si deve analizzare la DTM e procedere al trattamento, laddove necessario. Tuttavia, in qualsiasi momento durante il trattamento è possibile scegliere di rivolgersi a uno specialista per la consultazione e/o la gestione in caso di incertezza o problemi singolari.

TMJ.png




Cosa devo fare se il mio paziente lamenta dolore o problemi associati all’ATM?

Con alcuni pazienti sottoposti a trattamento con allineatori trasparenti, è emerso che i chewie occasionalmente raccomandati avevano causato un punto di fulcro nel piano occlusale del paziente e avevano determinato stress articolare e cambiamenti posizionali, peggiorando di conseguenza la posizione dell’ATM.

Il fulcro viene definito come: “il punto su cui una leva si poggia o è supportata e su cui ruota”. In questa applicazione del concetto, il chewie si interpone tra le tavole occlusali e diventa un punto cardine (fulcro) efficace. A seconda del paziente e del punto in cui viene posizionato, la posizione del condilo nella fossa può cambiare ed essere sottoposta a stress. Un esempio dentale di fulcro occlusale è un riempimento elevato.

Se ciò si verifica con un paziente, consigliamo un approccio di gestione articolare conservativo, come descritto di seguito:

  1. Interrompere l’uso dei chewie e chiedere al paziente di aiutare l’inserimento degli allineatori spingendo solo con le dita verso l’alto/il basso.
  2. Assicurarsi che l’esame clinico dell’ATM sia completo e comprenda le lastre articolari (CBCT) e il referto del radiologo (è necessario escludere malattie e patologie articolari degenerative).
  3. Continuare a monitorare clinicamente i segni e i sintomi dell’ATM del paziente a ogni visita. Se si nota dolore o limitazione del movimento della mandibola, prendere in considerazione la possibilità di continuare a usare l’ultimo allineatore passivo fino a quando i sintomi non si risolvono mediante la terapia conservativa (assumere ibuprofene, non usare gomme da masticare, consumare una dieta leggera, limitare le aperture ampie, ecc.)
  4. Prendere in considerazione un esame radiografico dell’ATM a un anno; se non vi sono variazioni rispetto al basale, passare al follow-up radiografico a 3-5 anni.

Una volta intraprese le azioni di cui sopra, lo scenario migliore e il più probabile è che i problemi associati all’ATM (pressione o dolore articolare) diminuiscano. Se i problemi non persistono, continuare con il trattamento con allineatori.

I punti 2-4 di cui sopra si applicano a qualsiasi paziente affetto da DTM che indossi degli allineatori.

Se i problemi persistono, consigliamo di tornare al punto 3 di cui sopra.


Questo articolo ti è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 13 su 14

Commenti

0 commenti

Accedi per aggiungere un commento.

Avete altre domande?
Invia una richiesta
Condividetelo, se vi piace.